Storia-di-un-volontario-del-verde

Umberto Gazzotti è un volontario del verde che contribuisce a mantenere bella la nostra città.

Da dodici anni veglia sulla pulizia e l’ordine dell’area verde di via della Seta a Granarolo, dove vive. Il parco del comparto residenziale, una volta terminato dal costruttore, era passato in carico all’Amministrazione comunale, un’incombenza non da poco per la collettività. Veniva perciò fatto lo sfalcio dell’erba, 5 volte all’anno, e poco più. 
“Dopo diversi anni però sono stato indotto a intervenire – esordisce il signor Gazzotti -. Il parco era mal tenuto, le aiuole non erano curate, i roseti lasciati incolti. Ero da poco in pensione e avevo un po’ di tempo libero, così ho deciso di mia iniziativa, anche rischiando di andare contro le regole stringenti del Comune per gli interventi dei privati sul verde pubblico. L’Amministrazione mi ha messo in regola facendo un’assicurazione infortuni e mi mette a disposizione i camion per raccogliere la grande quantità di potature e sfalci. Bisogna capire che a Granarolo siamo fortunati ad avere tantissimo verde e la città è un’isola felice rispetto ad altri posti, ma il Comune non può gestire tutto alla perfezione da solo. Se si vogliono le cose belle e in ordine bisogna che, chi può, si impegni anche direttamente, come faccio io e gli altri volontari del verde.”

Ringraziamo il Sig. Gazzotti che si prende cura del “suo” parco e vi invitiamo a leggere l'intervista completa, che trovate nell'ultimo Notiziario Granarolo, a pagina 3 > https://bit.ly/2BUqcGw