E-cominciata-la-trebbiatura-a-Granarolo-la-citta-del-grano-buon-lavoro-agli-agricoltori

"Giungeva al tramonto, nell'aia,
la trebbia con gaio fragore;
e ai primi chiarori dell'alba
ferveva l'atteso lavoro.

Due braccia sudate, sapienti,
gettavano i fasci di spighe
in bocca a quel drago fumante;
ed altre riempivano i sacchi
di calda semente del pane;
due spalle piegate in avanti
portavano i sacchi alla pesa.

Era giorno di festa e di caldo;
la pula copriva ogni cosa;
e l'aria era piena di voci,
di risa, di fischi, di grida.

Calava la sera. Il silenzio
copriva di un sonno pesante
quei corpi distesi sull'aia,
sotto il cielo stellato di luglio.

O buona Terra, che il premio
di un sonno tranquillo concedi
a chi ama e raccoglie i tuoi frutti!"

Gianfranco Stivaletti

E' iniziata la campagna della mietitura e della trebbiatura a Granarolo: la nostra città deve proprio il suo nome al grano, prezioso frutto della terra e del lavoro degli agricoltori.
Con questi versi vogliamo esprimere il migliore augurio di buon lavoro agli agricoltori, ai trattoristi e a tutti coloro che sono impegnati nella raccolta del grano!

 

maxresdefault