Cani-al-guinzaglio-le-regole-per-i-buoni-padroni

Nell'ultimo numero del Notiziario Granarolo, la Polizia Municipale ricorda le principali regole che devono osservare i padroni dei cani nelle aree pubbliche: condurre i cani al guinzaglio, raccogliere le sue deiezioni e, in caso di situazioni affollate, munirlo di museruola.

"Con la bella stagione vediamo nelle nostre aree verdi e nei parchi molti conduttori di cani che vengono giustamente a godere del clima piacevole. Ricordiamo che negli spazi pubblici i cani non possono essere lasciati liberi ma che esistono delle aree denominate “sgambatoi” dove invece è consentito.

Al di fuori di queste aree bisogna condurre il proprio cane al guinzaglio, per svariati motivi. 

Ad esempio perché ciò che a noi non fa paura può molto spaventare altri, sia bambini che adulti.

Un secondo buon motivo è che se il cane è libero il padrone non è in grado di raccogliere le sue deiezioni.

Il Regolamento di sanità pubblica del Comune, all’art. 88, punisce chi “nelle aree pubbliche e/o aperte al pubblico non tiene legato il proprio cane con apposito guinzaglio in modo da consentirne il costante controllo ai fini della altrui sicurezza e incolumità”.

Nelle situazioni e luoghi affollati, ad esempio fiere o sagre o nei pubblici esercizi, ricordate che il vostro cane dovrà essere sempre munito di museruola.

Sappiamo tutti che i cani sono animali amorevoli, confidiamo anche nella correttezza dei loro padroni."