cambio residenza

Cambio di residenza in tempo reale.
I cittadini possono presentare le dichiarazioni anagrafiche allo sportello del cittadino (preferibilmente previo appuntamento) oppure inviando l'apposita dichiarazione via e-mail, raccomandata o fax.

Quando si cambia la residenza occorre presentare apposita dichiarazione anagrafica al comune in cui si stabilisce la propria dimora abituale.
La dichiarazione può essere resa dall’interessato o da un qualsiasi componente maggiorenne della famiglia, se il trasferimento riguarda tutta la famiglia.
Quando la variazione interessa più famiglie (es. una persona che entra in un nucleo familiare già residente) è necessaria la presenza di un componente di tutte le famiglie interessate.
Le dichiarazioni relative ai minori devono essere rese da chi ne esercita la potestà o tutela.

Cosa fare
I cittadini possono presentare le dichiarazioni anagrafiche, di residenza e di trasferimento all'estero, scegliendo uno dei seguenti canali alternativi:

  • al Servizio URP-Demografici preferibilmente prendendo un APPUNTAMENTO telefonando al n. 051.6004170 / 171 / 111 per evitare di aspettare in coda
  • via e-mail all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del comune: comune.granarolodellemilia@cert.provincia.bo.it
  • via raccomandata all’indirizzo via S. Donato n. 199 - 40057 Granarolo dell’Emilia
  • viafax al numero 051 6004333

Documenti da presentare

  • che deve esser compilato nelle parti obbligatorie e sottoscritto dal richiedente e da tutti coloro che trasferiscono la residenza se maggiorenni
  • Carta d'identità del richiedente e di tutti coloro che trasferiscono la residenza
  • Patente di guida del richiedente e di tutti coloro che trasferiscono la residenza
  • Codice fiscale del richiedente e di tutti coloro che trasferiscono la residenza
  • Libretti di circolazione di veicoli di proprietà del richiedente e di tutti coloro che trasferiscono la residenza

Se si è cittadini stranieri extracomunitari occorre anche

  • Passaporto
  • Permesso o carta di soggiorno per tutti i componenti della famiglia OPPURE ricevuta della richiesta del permesso di soggiorno rilasciata dalla Questura e fotocopia del permesso di soggiorno scaduto.
  • Ogni altro documento valido comprovante stati e qualità della persona, tradotto in italiano (es. certificati di nascita e/o matrimonio)

Cosa accade dopo aver presentato la dichiarazione anagrafica
L’ufficiale d'anagrafe provvede all’iscrizione anagrafica entro i 2 giorni lavorativi successivi e fornisce al cittadino la comunicazione di avvio del procedimento di accertamento dei requisiti, informandolo che la Polizia Municipale effettuerà degli accertamenti per verificare la sussistenza dei requisiti previsti per l'iscrizione.
L'iscrizione si intende confermata se, trascorsi 45 giorni dalla dichiarazione, il Comune non effettua alcuna comunicazione negativa al cittadino (silenzio-assenso, art. 20 legge 241/1990).
In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, che prevedono la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace tramite segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti.
Inoltre, in caso di esito negativo degli accertamenti, ovvero di verificata assenza dei requisiti, sarà ripristinata la posizione anagrafica precedente.