Le Consulte frazionali, istituite nel 2006, sono organi di partecipazione e di consultazione.
Esprimono pareri, formulano proposte, segnalano istanze per conto di cittadini e gruppi di cittadini, con lo scopo di favorire la partecipazione e di promuovere il dialogo virtuoso tra cittadini e governo locale.

Sono composte da cittadini eletti direttamente dalla popolazione del territorio della Consulta in numero variabile  (fino a 5 componenti per ciascuna delle frazioni di Cadriano, Viadagola, Lovoleto, fino a 7 componenti per Quarto Inferiore, fino a 9 componenti per Granarolo). A questi si aggiungono, dove possibile, rappresentanti delle realtà socio-economiche presenti sul territorio (cittadini stranieri residenti, parrocchie, associazioni di categoria degli operatori economici, centri sociali, associazioni di volontariato, sindacati dei lavoratori delle aziende del territorio) .

Alla fine di settembre 2014 il Consiglio comunale ha approvato un nuovo regolamento per il funzionamento delle Consulte, che è stato elaborato basandosi sull'esperienza dei primi anni di attività e sui suggerimenti venuti dai membri e dai presidenti.  Il regolamento ridefinisce il ruolo delle Consulte offrendo loro la possibilità di farsi promotrici dirette di progetti sul territorio (di propria iniziativa o su richiesta dei cittadini), oltre che continuare ad essere organi consultivi. 

 

Domenica 1 marzo 2015 si sono concluse  le elezioni per il rinnovo delle Consulte. Hanno votato complessivamente 535 cittadini; delle quattro frazioni interessate alla consultazione Granarolo, Cadriano, Lovoleto, Viadagola ( per Quarto Inferiore non era stato raggiunto il numero minimo di candidati ), le frazioni di Lovoleto e Viadagola hanno raggiunto il “quorum” di votanti necessario (10%) per rendere valida la consultazione

Il 13 aprile, il Sindaco ha nominato le nuove Consulte di Lovoleto e Viadagola.

 

Nelle sedute di insediamento del 16 aprile per Lovoleto e del 22 aprile per Viadagola, i componenti hanno eletto i rispettivi presidenti e vicepresidenti.