Il 5 febbraio 2016 si è tenuta la prima seduta ufficiale del nuovo "Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi" di Granarolo dell’Emilia che, come accade in altre città, vedrà protagonisti i giovani delle scuole medie. Questo organismo è stato creato per iniziativa della Giunta comunale che, con una delibera, ha dato il via al percorso che ha portato i nuovi giovanissimi consiglieri a prendere parte attiva alla vita delle nostra comunità.

Attraverso il Consiglio comunale ragazze e ragazzi eletti (ma anche, indirettamente, i loro compagni di classe) imparano a conoscere la realtà locale, a fare esperienza della macchina amministrativa e possono misurarsi con l’organizzazione di un progetto, confrontandosi sui contributi che ciascuno può dare. Un’esperienza molto utile di cittadinanza attiva e formazione civica.

Per l’attività del Consiglio è necessaria la collaborazione delle scuole “Pellegrino Matteucci”, che gestiscono ad ogni anno scolastico la fase delle candidature e delle elezioni nelle singole classi dei tre anni delle medie. In ogni classe sono stati eletti due rappresentanti, nel rispetto della parità di genere (un maschio e una femmina).

 Il Consiglio si riunirà in seduta pubblica almeno 3 volte nell'arco dell'intero anno scolastico e avrà il compito di deliberare, in via consultiva, sulle seguenti materie:

  • politica ambientale e sviluppo sostenibile; 
  • sport, tempo libero e socializzazione ludica; 
  • rapporti con l'associazionismo; 
  • cultura, musica e spettacolo; 
  • pubblica istruzione e servizi scolastici; 
  • progetti europei e scambi di buone pratiche; 
  • educazione alla pace e all’integrazione interculturale e intergenerazionale. 

Nell’intervallo fra una riunione e l’altra i giovani consiglieri riferiscono a scuola l’andamento dei lavori e raccolgono eventuali istanze proposte dai compagni.

Il Comune di Granarolo dell'Emilia invierà, tramite la scuola, le date e gli ordini del giorno delle sedute, decisi nel corso della riunione precedente, nonché il verbale che i consiglieri potranno discutere con i compagni. Le decisioni sono prese attraverso voto favorevole e palese della maggioranza dei presenti. Le proposte e i pareri presentati dal Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi vengono poi sottoposti all'Amministrazione comunale, che darà adeguato e motivato riscontro al lavoro dei ragazzi.

A-Granarolo-il-Consiglio-comunale-delle-ragazze-e-dei-ragazzi