Centro-sportivo-del-BFC-il-TAR-decidera-il-5-dicembre

Avanti intanto con le attività e lavori preliminari e propedeutici all'intervento, in attesa della pronuncia definitiva.

Il TAR di Bologna ha fissato al prossimo 5 dicembre la discussione del merito sulla richiesta di sospensiva della costruzione del nuovo centro sportivo del Bologna FC 1909, avanzata dal comitato “No al passante nord” e da alcuni cittadini.
L'udienza si è tenuta ieri mattina e la decisione del TAR è stata condivisa da tutte le parti in causa, in quanto per prime le Amministrazioni Provinciale e Comunale desiderano che il proprio operato sia vagliato sotto ogni aspetto, nella convinzione di aver agito nel pieno rispetto della legge con assoluta trasparenza, linearità e correttezza, garantendo sempre la più ampia partecipazione dei cittadini alle scelte responsabili delle Amministrazioni.
Nel pieno rispetto del lavoro dei giudici il Comune di Granarolo attende quindi l'emissione dell'ordinanza prevista per oggi.
La decisione del TAR consente comunque che, prima della valutazione nel merito della questione, il Bologna FC 1909 possa, se lo ritiene opportuno, espletare tutte le attività preliminari e propedeutiche all'avvio dei lavori e alla realizzazione degli interventi, così come previsto dal permesso a costruire. Possono ad esempio essere svolte le verifiche sulla presenza di ordigni bellici, le verifiche archeologiche e le progettazioni delle opere accessorie all'intervento.
Si tratta di attività necessarie e che rientrano nella prima fase di interventi, che non prevedono perciò una materiale ed irreversibile trasformazione dei luoghi ma che, una volta realizzate, permettono di non pregiudicare la prevista tempistica dei lavori, che ovviamente potranno poi essere avviati in caso di esito favorevole del giudizio, come la nostra Amministrazione si augura.