I cittadini residenti nel Comune di Granarolo dell'Emilia possono usufruire della tariffa urbana, grazie all'accordo stipulato fra l’Amministrazione comunale e TPER: il costo annuo di questo accordo ammonta a € 132.594 (per il 2015/16) e costituisce un impegno economico del Comune per sostenere e favorire i cittadini all’uso del mezzo pubblico (convenzione approvata con delibera n. 65 del 09/06/2016).

La tariffa urbana viene applicata agli abbonamenti annuali e mensili, limitatamente ai soli viaggi che hanno un estremo nell’area a tariffa extraurbana (zona 531) interna al Comune stesso, o nelle fermate Armarolo – Cà Bianca / Armarolo – Bellone / Armarolo – Trapanino / Armarolo – Bv. Trapanino, site nel Comune di Budrio e di Cadriano bivio del Comune di Castelmaggiore e l’altro estremo nel territorio dell’area a tariffa urbana di Bologna (zona 500) o nella zona neutra di Quarto Inferiore (zona 503).

Sono esclusi dalla suddetta convenzione: il biglietto orario, City pass (10 corse), giornaliero, Eco-ticket e abbonamenti annuali per categorie speciali (persone anziane e disabili come da delibera n. 2034 del 20/12/2007 della Regione Emilia Romagna).

 

Controlli del personale Tper

Il passeggero è sempre tenuto ad esibire anche un documento personale di riconoscimento qualora lo richiedano i controllori, nell’espletamento della loro funzione di verifica della regolarità dei titoli di viaggio e al fine di redigere l’eventuale verbale per l’irrogazione della sanzione amministrativa in merito.

In particolare, il cittadino di Granarolo che utilizza un abbonamento a tariffa urbana dovrà esibire al personale di controllo un documento di riconoscimento che attesti la sua residenza a Granarolo.

Nel caso in cui il documento di riconoscimento presenti un comune di residenza diverso da Granarolo, il passeggero dovrà altresì esibire un'autocertificazione contenente il dato effettivo della residenza, che il controllore ritirerà per consentire a TPER le verifiche del caso. In caso di minore, l'autocertificazione dovrà essere compilata dal genitore e accompagnata da copia del documento di riconoscimento del genitore.

Per scaricare il modulo di autocertificazione vai alla modulistica dell'URP.